«diversamente UGUALI» è anche pittura…

Il nostro progetto «diversamente UGUALI», da sempre aperto alla scrittura (Concorso Letterario Nazionale e Presentazioni Editoriali), da quest’anno si espande anche ad altre forme d’arte. Al Concorso è stata aggiunta la sezione “canzone d’autore”: sarà il grande Tiziano Jannacci a giudicare i brani che parteciperanno. Ma non solo. Abbiamo invitato disegnatori, pittori e fotografi ad illustrare il tema. Fra le opere che hanno partecipato, la Redazione ha scelto due quadri: “I creatori” di Nadia Sponzilli e “Diverse e Uguali” di Marzia Vincenza Ciliberto. Il quadro della Sponzilli, realizzato con tecniche miste, sarà riprodotto sulle locandine dell’evento e sulla copertina dell’edizione 2018…

BM

Non era il tuo nome. Era il nostro nome. Mi manchi. Ogni volta che lo scrivo, ogni volta che lo leggo. Mi manchi a quell’angolo dove le nostre figure al muro si baciano. Nella via, di fronte alle finestre di casa mia abitata da ombre estranee; vivere un futuro mai avverato, solo passato. Mi manchi. Quel corpo che ho perso, ho amato. Non averti amato. Mi manca non esserci stata; ché non ci sei stato, Tu. Mi manca Genova: era già mia e tu me l’hai regalata. Mi manca la musica e vederci ballare. Il giubbotto grigio e le tue tasche blu. La luce del bar sotto i portici di piazza Vittorio. Il cremino a tre strati. Mi manchi. Siamo niente. Siamo un alito di vento. Un ricordo che sfugge. Un’assenza, essenza che torna. Siamo l’incanto che ci passa accanto. Siamo, e non lo sappiamo.  

Musica Klezmer

Il termine “klezmer” nasce dalla fusione delle parole kley e zemer, letteralmente strumento del canto. Questo genere musicale fonde in sé strutture melodiche, ritmiche ed espressive che provengono dalle differenti aree geografiche e culturali (i Balcani, la Polonia e la Russia) con cui il popolo ebraico è venuto in contatto. Musica che accompagna feste di matrimonio, funerali o semplici episodi di vita quotidiana, il klezmer nasce all’interno delle comunità ebraiche dell’Europa orientale, in particolare delle comunità chassidiche. Questa musica esprime sia felicità e gioia che sofferenza e malinconia, tipica della musica ebraica. Lo strumento principale è sicuramente il violino, ma acquisteranno crescente rilievo…