Virna Lisi

Virna LisiChe fermento oggi, alla Biblioteca Comunale di Ricordopoli.
Alla “Mostra del Mostro” viene esposta una bella foto del 1959, tanto per cambiare, scattata a Portofino. La osservo, circondato da altri ricordi come me, con gli occhi sgranati e la bocca “a culo di piccione”. Lei è appoggiata ad una barca ed ha in testa un bel foulard, la ex signora Pieralisi: anni prima, per esigenze di spettacolo le fu troncato di netto il prefisso “Piera”, per diventare semplicemente LISI. La osservo e la “bocca a culo di piccione” finalmente si rilassa: torno indietro negli anni, quando da bambino, al nome di Virna Lisi associavo semplicemente un dentifricio. Poi con il passare degli anni, associavo cose un tantino più contingenti e volgarotte, ma si trattava banalmente di ormoni in subbuglio.

” Clorodont, con quella bocca può dire ciò che vuole “.

Dagli anni 50 sulla scena, fino a… pochi giorni fa.
Ed oggi, “La Mostra del Mostro” la vuole ricordare così, fasciata da un foulard in seta annodato sotto il mento, come la moda suggeriva in quel momento, dettando uno stile “chic” alla Audrey Hepburn. Nel 1968 le fu assegnato il ruolo di protagonista per il film Barbarella diretto da Roger Vadim, ma Virna rifiutò d’interpretarlo e se ne tornò in Italia, rescindendo il contratto con la Paramount:

” Avrei dovuto interpretare Barbarella per la regia di Roger Vadim, ma dei ruoli da bellona svampita, di dire “buongiorno” e “buonasera” in presa diretta in una lingua che non conoscevo e dei ritmi deliranti imposti dalla major non ne potevo più. Non mi divertivo. Così dissi no e con gli americani iniziò la rumba.”

Nello stesso periodo rifiutò pure di apparire nuda sulla copertina di Playboy.
Che classe…Signora Pieralisi, se lo lasci dire, con quella bocca, può dire ciò che vuole.
“La Mostra del Mostro” la elegge all’unanimità… ” Audrey Hepburn italiana”!!!

avatar

Antonio

Socio fondatore del Gruppo Artistico Culturale Indipendente “Il Cielo Capovolto”. Blogger e ideatore di “Ricordopoli – assedio di sinapsi”.
Ha pubblicato “Da Chienti a Tenna” per ilmiolibro.it.

 

Lascia un commento