Lolita


LOLITA

Vladimir Nabokov

Ed. Adelphi

pag. 395

Pubblicazione: 1993

Traduzione di Giulia Arborio Mella

€ 20,00

 

Lolita è un romanzo d’amore; una storia d’amore tra un professore di origine europea e una ragazzina americana. Al di là delle tematiche trattate, sullo sfondo si percepisce la scrittura di un grande autore. Una scrittura raffinata, ricercata, seducente… mai scontata, ricca di colpi di scena. Pur in presenza di una trama scottante e apparentemente scabrosa, nel romanzo non compaiono mai elementi volgari e/o offensivi. Nabokov usa il tratto delicato di una scrittura nobile; si pone con l’onesta posizione di un narratore sensibile ed elegante. L’amore dell’attempato prof. Humbert per Lolita non nasce casualmente. L’autore va alla radice del problema, anche se la spiegazione non vuole essere un alibi. il romanzo non narra certo una storia lecita e moralmente accettabile. Tuttavia, il linguaggio usato dall’autore, la delicatezza e discrezione della sua scrittura, fanno del testo una grande opera in cui vive, comunque, una storia d’amore. Un romanzo intenso, da leggere con attenzione e senza il pregiudizio di un’apparente difficile trama. Nelle pagine di Nabokov vive un sentimento d’amore che supera le barriere degli anni, riaprendo il cuore di Humbert ai tempi in cui era un ragazzino… proprio come Lolita.

Articoli correlati:

  1. La corrispondenza
avatar

Stefano Carnicelli

Cura rubriche di libri su alcune emittenti locali e collabora con alcuni quotidiani. Ha pubblicato i romanzi: "Il Cielo Capovolto" e "Il bosco senza tempo" per Prospettiva Editrice. Sta curando la pubblicazione del suo terzo romanzo.