Dialogo interreligioso

a cura di Andrea Mauri

Le religioni si incontrano grazie all’accensione della Festa delle Luci – Chanukkah.

A Palermo l’appuntamento è al Complesso Monumentale dello Steri nelle Prigioni dei Penitenziati il 18 dicembre 2017 alle ore 17.00 per l’accensione della prima candela.

L’accensione Interreligiosa avrà luogo con la partecipazione del Rav Elia Richetti Rabbino Capo di riferimento della Comunità Ebraica di Napoli, l’Arcivescovo di Palermo Don Corrado Lorefice, l’Iman Ahmad Abd al Majid Macaluso responsabile per la Sicilia della Comunità religiosa Islamica, l’imam Mustafà Boulaalam della Moschea di via Celso Palermo, il Pastore Valdese Peter Ciaccio e rappresentanti delle altre confessioni esistente in città.

Saranno presenti, Fabrizio Micarì, Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo e Andrea Cusumano, Assessore alla Cultura.

L’incontro tra le religioni non è nuova nel capoluogo siciliano. Già al Museo della Zisa è possibile ammirare una lapide marmorea quadrilingue, esagonale, ripartita in cinque riquadri, di cui quello centrale reca, inscritta entro un cerchio, una croce greca realizzata con intarsi lapidei policromi, e le iniziali IC XC NI KA, “Gesù Cristo vince”. Sopra la croce si trova l’iscrizione in ebraico, sul lato inferiore quella araba, a sinistra l’iscrizione latina, a destra la greca. Le iscrizioni fanno riferimento alla morte di Anna, madre di Grisanto, prete del sovrano normanno Ruggero, morta nel 1148 e sepolta nella jâmi maggiore (poi Cattedrale di Palermo), e da lì fatta traslare dal figlio nella chiesa di San Michele Arcangelo, nella cappella detta di Sant’Anna, fatta costruire da Grisanto nel 1149.

Articoli correlati:

  1. Una sinagoga per Palermo