Arte russa a Bologna

a cura di Andrea Mauri

In occasione del centenario della Rivoluzione di Ottobre, Bologna apre le porte del MAMbo (Museo di Arte Moderna di Bologna, via don Minzoni 14) all’arte russa.

REVOLUTIJA. Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky. Capolavori dal Museo di Stato Russo di San Pietroburgo in esposizione nelle sale del museo dal 15 dicembre 2017 al 13 maggio 2018, prodotta e organizzata da CMS Cultura in partnership con il Comune di Bologna – l’Istituzione Bologna Musei, realizzata grazie a una collaborazione esclusiva con il Museo di Stato Russo, San Pietroburgo.

L’arte delle avanguardie russe è uno dei capitoli più importante e radicale del modernismo. Il periodo compreso tra il 1910 e il 1920 ha visto nascere, come in nessun altro momento della storia dell’arte, scuole, associazioni e movimenti d’avanguardia diametralmente opposti l’uno all’altro e a un ritmo vertiginoso.

Circa 70 opere – capolavori assoluti provenienti dal Museo di Stato Russo di San Pietroburgo racconteranno gli stili e le dinamiche di sviluppo di artisti tra cui Nathan Altman, Natalia Goncharova, Kazimir Malevich, Wassily Kandinsky, Marc Chagall, Valentin Serov, Alexandr Rodchenko e molti altri per dar conto della straordinaria modernità dei movimenti culturali della Russia d’inizio Novecento: dal primitivismo al cubo-futurismo, fino al suprematismo, costruendo contemporaneamente un parallelo cronologico tra l’espressionismo figurativo e il puro astrattismo.

Occasione da non perdere. Attendiamo i commenti di chi visiterà l’interessante esposizione.

Lascia un commento