Un importante appuntamento al Festival Liszt

a cura di Andrea Mauri

Domenica 14 gennaio nella cornice ottocentesca del Palazzo Savelli, per il Festival Liszt di Albano (RM) sarà la volta di un altro importante appuntamento con la grande classica, affidata alle eccellenze e alle nuove leve italiane che si stanno facendo conoscere su scala internazionale: con un programma che spazierà da M. Clementi a  C. Debussy, F. Chopin e ovviamente Liszt, in scena il giovanissimo Leonardo Pierdomenico.

Vincitore del “Raymond E. Buck” Jury Discretionary Award al prestigioso concorso pianistico internazionale “Van Cliburn” 2017, Leonardo Pierdomenico è uno degli artisti più interessanti della sua generazione. Comincia a imporsi sul panorama internazionale arrivando semifinalista al prestigioso “Queen Elisabeth International Piano Competition” 2016, conquistando l’interesse e l’ammirazione soprattutto da parte di pubblico e critica e venendo inserito (unico semifinalista) nel CD del best of della competizione con la sua interpretazione della prima ballata Op.23 di Chopin. E’ inoltre il vincitore della 28esima edizione del “Premio Venezia” al teatro “La Fenice” a soli 18 anni, risultando il miglior pianista diplomato dei conservatori italiani e ricevendo nella stessa occasione la Medaglia di bronzo dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e la targa del Senato della Repubblica per meriti artistici.

Non sono stati trovati articoli correlati.

Lascia un commento